Proprio nel giorno della Memoria, durante la seduta del consiglio comunale di Cogoleto, in provincia di Genova, i consiglieri della minoranza di destra Francesco Biamonti, Valeria Amadei e Mauro Siri «si sono ripetutamente esibiti nel saluto romano». L’episodio è stato denunciato su Facebook dal sindaco della cittadina ligure, Paolo Bruzzone, eletto con la lista civica appoggiata dal centrosinistra “Siamo Cogoleto”. Il saluto fascista, più volte ripetuto come se fosse un modo normale di alzare la mano per votare, non è passato inosservato. È stato trasmesso in diretta streaming e ha scatenato la bagarre, con le proteste degli altri consiglieri.

La giornata di ieri è stata segnata da un grave episodio avvenuto durante la seduta del Consiglio Comunale: alcuni…

Pubblicato da Bruzzone Sindaco di Cogoleto Informa su Giovedì 28 gennaio 2021

Anche il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ha voluto stigmatizzare il comportamento dei tre responsabili: «Quello che è accaduto a Cogoleto non è tollerabile e va condannato, senza se e senza ma», ha detto Toti. Per poi aggiungere: «I consiglieri che durante il consiglio comunale hanno fatto il saluto romano, oltre a commettere un reato, hanno offeso nel giorno della Memoria tutte le vittime della follia criminale nazifascista. Da presidente di Regione ritengo che nessuno debba permettersi comportamenti simili, a maggior ragione i rappresentanti delle istituzioni, in nessuna giornata, non solo in quella della Memoria. Bene ha fatto il sindaco Bruzzone a condannare prontamente e condivido le sue parole dalla prima all’ultima».