Nel programma del concerto, organizzato dal Conservatorio in partnership con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce, in occasione della conclusione del corso di Esercitazioni Orchestrali dell’istituzione Musicale, il M° Andrea Vitello propone un programma in cui spicca l’omaggio alla nazione a cui è musicalmente e professionalmente più legato, l’Ungheria, rappresentata da Béla Bartók, cui il programma è dedicato. Si potranno ascoltare, inoltre, composizioni di Debussy, Walters, Copland, Verdi, Gabrieli e un omaggio al compianto Ennio Morricone.

Il programma completo:

G. Verdi/G. Adamo: Preludio I da "La traviata"
G. Gabrieli: Canzona per suonar duodecimi toni
A. Copland: Fanfare for the common man
H. Walters: Spiritual contrasts
C. Debussy: La fille aux cheveux de lin
AA.VV: Suite di musica da film
Raf Qu: Traffic

B. Bartók: Danze popolari rumene

Il Conservatorio “Tito Schipa” vanta tra i propri studenti alcune vere e proprie eccellenze, che si esibiscono con ruoli solistici nel vasto repertorio che compone il concerto. Tra di loro: il violinista Mario Filippo Calvelli, che vanta già una attiva carriera solistica in tutta Italia, il trombettista Antimo Carrozzo, prima tromba dell'orchestra, musicista completo, nonostante la giovanissima età, la flautista Arianna Picci, già primo flauto nell'orchestra dei conservatori italiani e vincitrice di importanti concorsi in Italia e Germania.

Andrea Vitello, direttore d’orchestra toscano, si è distinto a livello internazionale grazie alla sua incisione Warner Classics con I Solisti della Scala che ha visto la prima incisione dell'Ottetto di Stravinsky da parte dei musicisti scaligeri. Apprezzato sul podio per le sue qualità musicali e tecniche, ha debuttato con una tournée italiana dell’Orchestra Sinfonica MAV di Budapest partita dal Teatro Petruzzelli di Bari e giunta alla Sala Verdi di Milano attraversando con diverse date l’intero Paese. Da quel momento è stato invitato nei teatri più prestigiosi d’Europa, Russia e Stati Uniti. Negli USA ha diretto l’Histoire du Soldat presso la Carnegie Hall di New York nell'acclamata produzione con la voce recitante di John Palladio e la prima esecuzione newyorkese di “The Bronze Age” di Tristan Murail.

https://www.andreavitello.com/

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Prenotazioni su Eventbrite dalla pagina FB del Conservatorio.
L’accesso al concerto sarà regolamentato in ottemperanza alle prescrizioni DPCM 26 aprile 2021.

Per contatti:

http://www.conservatoriolecce.it/
Prof.ssa Maria Eugenia Congedo
Responsabile comunicazione istituzionale e Pubbliche Relazioni
Email: pubblicherelazioni@conservatoriolecce.it