Carlo Calenda ha annunciato che alle prossime elezioni ci sarà una lista liberal democratica e riformista composta da Azione, +Europa e movimenti e personalità della società civile. «Questa lista si colloca già oggi tra il 5,5% e il 7%, e crescerà ancora divenendo decisiva per la costituzione di ogni governo», afferma Calenda. Per il leader di Azione «l’iniziativa è l’unica barriera che potrà impedire la formazione di un Governo anti europeo e determinare la nascita di uno riformista. Ci vorrebbe più coraggio da parte di chi nel Partito Democratico o in Forza Italia non condivide la sottomissione ai populisti».

Ieri, l’ex ministro allo Sviluppo economico ha anche annunciato che sosterrà la ricanditatura del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, presentando una propria lista alle elezioni amministrative. «È un’ottima notizia che anche Azione scelga di sostenere la mia ricandidatura presentando una propria lista – ha commentato il sindaco Sala -, che si affiancherà alle quattro già in campo, Partito Democratico, Milano Unita, i Verdi e Beppe Sala Sindaco. Con tutte le forze politiche e civiche del centrosinistra milanese continueremo a costruire, con entusiasmo e spirito unitario, un progetto sempre più ampio e coeso per il futuro di Milano e di tutti i milanesi».