«Domani si vota su Rousseau per il nuovo Governo. Il MoVimento 5 Stelle deve tracciare la strada. IO VOTO SÌ». È l’annuncio dell’ex capo politico grillino Luigi Di Maio in serata in un live su Facebook, alla vigilia del voto su Rousseau sul sì o no alla partecipazione al nascente governo di Mario Draghi, dopo il via libera a un ministero della Transizione Ecologica come chiesto dal fondatore Beppe Grillo. «Non possiamo permetterci di andare a votare, come ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella», spiega il ministro degli Esteri uscente. «Il nostro destino non è il disimpegno, abbiamo circa 300 parlamentari. Gli italiani ci hanno chiesto di incidere, non di puntare il dito».

Di Maio chiama quindi il popolo grillino all’appoggio all’esecutivo dell’ex presidente della Bce. Anche Giuseppe Conte aveva anticipato oggi il suo appoggio: «Se fossi iscritto a Rousseau, voterei sì al governo Draghi», ha detto. «Non esiste una maggioranza senza di noi. Andare all’opposizione di noi stessi? Delle leggi che noi stessi abbiamo voluto?», dice Di Maio. «È un bene se il Movimento con 300 parlamentari sta in maggioranza perché così facendo può influenzare le scelte degli altri partiti. Per difendere quello che abbiamo ottenuto e per spendere quello che abbiamo conquistato col negoziato di Giuseppe Conte in Europa».

L’articolo Consultazioni, l’annuncio di Luigi Di Maio: «Su Rousseau io voto sì al governo Draghi» proviene da Open.