Non ha dubbi Roberto Speranza: alla fine del secondo trimestre dell’anno – e quindi a giugno – la «maggioranza» della popolazione sarà vaccinata contro il Coronavirus. Non solo: «entro l’estate lo saranno tutti gli italiani che lo vorranno». Il ministro della Salute ha parlato in onda su Mezz’ora in più, il programma condotto da Lucia Annunziata su Rai3, definendo i prossimi tre mesi decisivi per la campagna italiana. «Il primo aprile – ha dichiarato – inizia il secondo trimestre, quello in cui ci aspettiamo l’arrivo di oltre 50 milioni di dosi. Ci saranno anche i sieri di Johnson&Johnson, che sono monodose. Puntiamo a raggiungere almeno metà della popolazione».

C’è meno ottimismo, invece, per quanto riguarda la situazione epidemiologica nel Paese. «Mi aspetto è che l’impatto della variante B117 possa far crescere la curva – ha sottolineato Speranza – e quindi che altre regioni vadano verso il rosso e applichino ordinanze di natura restrittiva».

Verso l’ok ad AstraZeneca per gli over 65

L’ufficialità della decisone era arrivata già nei giorni scorsi, ma oggi Speranza ha confermato che tra domani e dopodomani verrà emanata una circolare del Ministero per consentire la somministrazione del vaccino AstraZeneca anche agli over 65. «Ci sono nuove evidenze che dimostrano che può essere usato su tutte le fasce generazionali», ha dichiarato il ministro.

Sputnik? Perché no

Speranza si è detto anche «aperto» all’acquisto del vaccino russo Sputnik, ma «purché le verifiche ed i controlli delle agenzie preposte abbiano buon fine». Quando le certezze arriveranno, l’Italia sarà «pronta a collaborare con le autorità russe per rafforzare la produzione. L’obiettivo – ha sottolineato – è vaccinare il più possibile. Non hanno senso le barriere di natura nazionalistica».

Immagine di copertina: ANSA/ROBERTO MONALDO

L’articolo Covid, il ministro Speranza: «In arrivo l’ordinanza sull’ok di AstraZeneca agli over 65» proviene da Open.