«I giocatori dopo aver vinto gli Europei hanno chiamato la mamma, non il genitore 1 o 2». Simone Pillon non molla la presa e torna sulla questione della genitorialità durante la discussione sul Ddl Zan. «Tutti abbiamo esultato per la vittoria dell’Italia agli Europei. È stato interessante vedere quale è stata la prima reazione dei giocatori. Non hanno telefonato al genitore 1 o al genitore 2. Hanno chiamato la mamma», ha detto il senatore nel suo intervento in aula al Senato. Ieri, 13 luglio, durante il dibattito è stata respinta la pregiudiziale di Pillon, con la quale il leghista voleva rimandare la discussione sulla legge. «La coppia same-sex ha tutto il diritto di stare insieme, ma l’attenzione del legislatore deve privilegiare i diritti del bambino – aveva detto – che ha diritto alla mamma e al papà. E che ha diritto a non essere acquistato su Internet».

Video in copertina: Agenzia Vista | Alexander Jakhnagiev