«Mi è capitato di ascoltare il generale con il medagliere il quale ci ha raccontato tranquillamente che su AstraZeneca hanno dato 10 comunicazioni diverse, come se lui fosse un turista svedese». Vincenzo De Luca attacca il generale Francesco Figliuolo e lo fa a margine dell’inaugurazione del nuovo reparto di terapia intensiva al Policlinico Vanvitelli di Napoli. «Qualcuno glielo dovrebbe ricordare che il Commissario al Covid è lui e quindi, in questi casi, o si dimette il commissario o il ministro della salute o preferibilmente si dimettono tutti e due e se ne vanno a casa, che sarebbe la cosa migliore», ha aggiunto. Il presidente della Regione Campania ha quindi fatto notare che «Quella comunicazione demenziale ha determinato un rallentamento drammatico e una crisi di fiducia in milioni di cittadini». Sulla campagna vaccinale ha spiegato che ha Regione aveva preparato «una organizzazione dei centri vaccinali straordinaria, avevamo programmato queste strutture molto belle per arrivare all’obiettivo a inizio luglio di immunizzare la città di Napoli. Gli hub sono lì, hanno erogato un servizio francamente straordinario ai cittadini ma oggi non abbiamo i cittadini che partecipano alla campagna di vaccinazione».