Gli scienziati britannici provano a fugare i dubbi su AstraZeneca. Il capo del consiglio scientifico del governo britannico, il professor Patrick Vallance, ha dichiarato che il vaccino anti Covid di Oxford è «sicuro ed efficace» come quello di Pfizer/BioNTech, e assicura una «risposta immunitaria analoga su giovani e anziani». Da tempo, ormai, si rincorrono le voci – in base ai dati finora diffusi – secondo cui l’Agenzia europea del farmaco (Ema) potrebbe consigliare il vaccino di AstraZeneca solo agli under 55.

Il caso era ulteriormente montato ieri, 25 gennaio, quando alcuni quotidiani tedeschi come Handelsblatt e Bild avevano affermato di essere in possesso di informazioni, confermate da fonti governative, che riportavano come la Germania non si aspettasse un’efficacia oltre l’8% tra gli over 65. Lo stesso governo tedesco ha poi smentito questa indiscrezione: l’8% non è la percentuale di persone anziane su cui il vaccino si sarebbe dimostrato efficace, bensì la quota (già nota da tempo) del campione complessivo di volontari di età compresa fra i 56 e 69 anni sottoposti nei mesi scorsi alla sperimentazione preliminare del prototipo.

Un mese fa il via libera nel Regno Unito ad AstraZeneca

L’azienda si era affrettata a smentire, definendo le informazioni «assolutamente non corrette». Oggi la conferma del Regno Unito: il vaccino, realizzato in collaborazione con l’italiana Irbm, si sta rivelando efficace sulle persone di tutte le fasce di età nell’ambito della somministrazione in corso già su milioni di persone ne Paese, che è stato il primo ad autorizzare il farmaco un mese fa.