Tanja Erichsen, la direttrice dell’Agenzia del Farmaco della Danimarca, è svenuta durante la conferenza stampa in cui  Soren Brostrom, direttore dell’Autorità sanitaria danese stava annunciando il ritiro di AstraZeneca dalla campagna vaccinale contro il Coronavirus. Le immagini della conferenza sono state diffuse su diversi account Twitter. La Danimarca è la prima nazione europea ad aver preso una decisione così drastica. Lo staff dell’Agenzia del farmaco ha poi spiegato che Erichsen ha ripreso conoscenza ed è stata portata in ospedale per degli accertamenti.

Il ritiro di AstraZeneca

A seguito dell’ultimo pronunciamento dell’Ema sul vaccino Vaxevria di AstraZeneca, la Danimarca ha rimosso, la sua somministrazione dal piano vaccinale. Parliamo di 2,4 milioni di dosi inutilizzate, in attesa di nuove disposizioni. Questo potrebbe tardare di tre settimane il completamento dell’immunizzazione complessiva nel Paese. Secondo il direttore dell’Autorità sanitaria danese Soren Brostrom, la decisione della Danimarca «segue un principio di precauzione». Lo stesso che porta le case farmaceutiche a elencare nei bugiardini eventi avversi spesso solo segnalati e non ancora accertati. I cittadini che avevano già ricevuto una prima dose del vaccino, potranno almeno ricevere il richiamo con Pfizer o Moderna, una soluzione che – come avevamo già visto – non dovrebbe compromettere l’immunizzazione.