La band milanese costretta a cambiare i propri piani dal vivo a causa del protrarsi dell’emergenza sanitaria: saltano quattro date

Il perdurare dell’emergenza sanitaria da Covid-19 ha costretto i Le Vibrazioni a modificare ancora una volta il calendario del tour Le Vibrazioni in Orchestra di e con Beppe Vessicchio, serie di eventi che avrebbe visto la band capitanata da Francesco Sarcina di scena insieme al maestro partenopeo e a un ensemble di musicisti classici. Una buona porzione di date in origine programmate per questo mese di gennaio e il prossimo febbraio saranno recuperate seguendo questo calendario:

24 novembre 2021 – Catania – Teatro Metropolitan
Sostituisce la data del 14 gennaio 2021

25 novembre 2021 – Palermo – Teatro Golden
Sostituisce la data del 16 gennaio 2021

26 novembre 2021 – Marsala – Teatro Impero
Sostituisce la data del 15 gennaio 2021

29 novembre 2021 – Bologna – Teatro EuropAuditorium
Sostituisce la data dell’8 febbraio 2021

30 novembre 2021 – Milano – Teatro Nazionale
Sostituisce la data del 2 febbraio 2021

03 dicembre 2021 – Padova – Teatro Geox
Sostituisce la data del 05 febbraio 2021

Le seguenti dati, al contrario, sono state definitivamente cancellate:

18 gennaio 2021 – Napoli – Teatro Augusteo – ANNULLATO
28 gennaio 2021 – Bari – Teatro team- ANNULLATO
29 gennaio 2021 – Cosenza – Teatro Rendano – ANNULLATO
04 febbraio 2021 – Firenze Teatro Tuscanyhall –  ANNULATO

Per gli appuntamenti a Napoli, Bari, Cosenza e Firenze sarà possibile chiedere i rimborso sulla piattaforma TicketOne e presso tutte le prevendite abituali.

Il tour con orchestra dei Le Vibrazioni fu annunciato in origine nel luglio del 2019, con date programmate per il novembre dello stesso anno: un’”ulteriore richiesta di date” costrinse il gruppo a rinviare la stringa di show a partire dalla metà dello scorso marzo, proprio in concomitanza con la prima ondata della pandemia. Gli spettacoli vennero così fatti slittare agli scorsi mesi di novembre e dicembre, periodo di recrudescenza nella diffusione del virus che costrinse le autorità a sospendere tutti gli eventi live.