Uscirà nel settembre 2021 e già il titolo è tutto un programma

Tra le varie sorprese per i fan del Boss, in attesa del tour del 2022 c’è un box in arrivo nel 2021. Ma non sarà l’unico modo di ingannare il tempo, c’è un’altra sopresa: sui vari siti nazionali di Amazon è trapelata l’informazione che Little Steven, il braccio destro di Springsteen, pubblicherà un’autobiografia.
Si intitolerà “Unrequited Infatuations: Odyssey of a rock and roll consigliere (A Cautionary Tale)” e dovrebbe uscire il 29 settembre per Orion Publishing, per una lunghezza di 320 pagine.

Il titolo fa riferimento sia alla sua storia nella E Street Band – che abbandonò negli anni ’80, poco prima dell’uscita di “Born in the U.S.A” – sia alla sua seconda vita di attore ne “I Soprano” e “Lilyhammer”, le due serie tv in cui Van Zandt recita la parte di un mafioso italo-americano.

Questa la descrizione del libro:

Questa è una storia che inizia nei sobborghi del New Jersey all’inizio degli anni ’60. Steven Van Zandt, solo un ragazzo ma aveva già voglia di cominciare. Chiamatela irrequietezza. Chiamatela ambizione. Chiamatelo  bisogno di avventura. Qualunque cosa fosse, il rock and roll è arrivato ed è diventato una missione di salvataggio: ha permesso a Van Zandt di tracciare la propria rotta. E lo ha fatto: prima nelle band di teenager, poi nel circuito delle bar-band, poi nelle arene e negli stadi di tutto il mondo.

“Unrequited Infatuation” racconta le svolta di una vita varia e sempre sorprendente; i suoi primi anni come discepolo del rock-and roll, la sua ascesa alla fama dai marciapiedi ai gruppi da bar, il suo decennio da piorniere dellattivismo hard-roc . Tutti gli alti e bassi, i trionfi, le curive, le false partenze e le volte in cui ha ignorato le fermate. la sua passione ha generato l’ordine dal caose guidato la sua storia.