«Spesso i ragazzi che incontro mi chiedono: come faccio a fare una carriera come la sua? La mia risposta è sempre la stessa: studiate, studiate, studiate. E non arrendetevi mai». Queste le parole che Raffaella Carrà, deceduta oggi, ha lasciato ai giovani registi nelle motivazioni del premio speciale dedicato al cortometraggio con l’idea più originale. Riconoscimento da lei stesso istituito che sarà consegnato il 25 luglio a Porto Santo Stefano (Grosseto), nell’ambito del Pop Corn Film Festival. «Io ho avuto tantissimo dalla vita – scriveva ancora Raffaella Carrà nel messaggio – la fortuna di maestri incredibili che mi hanno fatto dono del loro tempo e della loro esperienza, che mi hanno insegnato l’umiltà e l’amore per questo mestiere. Oggi, con questo premio, voglio rendere un po’ di quella fortuna dando la possibilità a giovani di talento di investire nelle proprie idee, nei propri progetti, di iniziare il difficile percorso che porta a un successo duraturo».

Il messaggio di Raffaella Carrà per i giovani: «Studiate e non arrendetevi»

Il premio, da lei ideato, sarà consegnato da Sergio Iapino. «Siamo addolorati e scossi per questa grave perdita nel mondo dello spettacolo – ha dichiarato Francesca Castriconi, direttrice del Festival – La Carrà ha dimostrato da subito affezione per questo Festival, che premia i giovani, partecipando prima al Festival nel 2019, e da quest’anno donando anche un premio speciale in denaro. Ci dispiacerà non avere più i suoi consigli, non possiamo che ringraziarla per quello che ha fatto per noi e per il cinema. L’edizione 2021 della manifestazione sarà dedicata a lei, è il minimo che possiamo fare per ricambiare una persona che ci ha ispirato così tanto».

Foto in copertina: CLAUDIO ONORATI/ANSA