«Pensare al Piano come a un insieme di numeri e scadenze è sbagliato: dentro ci sono le vite degli italiani». Inizia così l’intervento del presidente del Consiglio Mario Draghi, che nel pomeriggio del 26 aprile è intervenuto per illustrare ai deputati i punti del Piano nazionale di ripresa e resilienza, l’insieme di progetti e politiche economiche da 191,5 miliardi di euro. «Nel Piano ci sono le rivendicazioni di chi ha perso il lavoro, di chi è preoccupato per i figli che non vanno a scuola, di chi ha dovuto chiudere un’attività o vive disagi e povertà», sottolinea. Per il premier, il piano è un’occasione in cui si gioca «il destino del Paese» e il suo ruolo nella comunità internazionale ed europea, «valori civili e sentimenti di comunità nazionale che nessun numero porterà mai a rappresentare», sottolinea l’ex capo della Bce.

Video: Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev