In un appartamento affittato per l’occasione, lontana dai luccichii, sfarzosi e decadenti insieme, degli hotel sanremesi, Francesca Calearo – in arte Madame -, vive con «un misto di ansia ed entusiasmo» la settimana del Festival della canzone italiana. Ha compiuto 19 anni appena un mese fa e, ancora prima della pubblicazione del suo album d’esordio – uscirà il 19 marzo e si chiamerà semplicemente Madame -, è stata scelta per far parte della 71esima edizione della kermesse.

Amadeus, annunciando la sua esibizione durante la prima serata del Festival, l’ha presentata come enfant prodige della musica italiana. «È una definizione che mi danno dall’esterno. Io mi vedo un po’ in un modo diverso – racconta – non mi sento arrivata da nessuna parte. È un po’ altalenante il mio stato d’animo: ci sono momenti in cui ho l’autostima a palla, altri in cui l’autostima si trova sotto i tacchi».

Grafica di Vincenzo Monaco

L’articolo Sanremo 2021, Madame: «La mia presenza è un modo per dire “fregatavene, siate liberi”» – La videointervista proviene da Open.